Colle e Resine - Negozio Arteikon

_______________________________________
Vai ai contenuti

Colle e Resine

Quando la colla è ben calda, levatela dal fuoco e stendetela sulla tavola utilizzando un pennello largo 5 cm. Evitare gli spessori. Stendere la colla su entrambi i lati della tavola per proteggere il retro dalle muffe. Lasciate asciugare per una notte intera. Non fate bollire poco o troppo la colla di coniglio, perché potrebbe nel primo caso provocare delle fessure e nel secondo perdere la sua forza. Conservare il rimanente della colla di coniglio nel frigorifero e pulite il pennello con acqua calda.
Colle e Resine
La colla di coniglio è un collante di origine animale derivato dai cascami opportunamente trattati. Detta anche colla lapin, si presenta sotto forma di grani. Viene utilizzata nella preparazione della tavola e per il fissaggio della tela alla tavola e nella realizzazione di numerosi prodotti per la doratura e per il restauro in genere.
Per la preparazione della colla di coniglio occorre munirsi di un pentolino da bagnomaria o comunque di due recipienti utili allo scopo. Si versano nel pentolino 100 gr. di colla di coniglio in perle in un litro di acqua. A questo punto si passa alla fase di cottura o riscaldamento mettendo il pentolino a bagnomaria sul fuoco fino allo scioglimento della colla.
Confezione da 100 g.
9.00 €
Aggiungi
Colle e Resine
La colla d'ossa a caldo per legno, si presenta in perline bruno giallastre, opache o appena traslucide. Conosciuta anche come colla garavella, colla animale, colla da falegname, colla a caldo o colla Cervione, è tradizionalmente la colla per legno ulilizzata dai falegnami e le sue origini si perdono nei secoli, quando gli antichi artigiani iniziarono l'uso di adesivi nella unione di giunti e lastronature in aggiunta al semplice uso di chiodi o incastri. Essa consiste in una gelatina ottenuta facendo bollire i cascami di animali e una volta asciutta, viene commercializzata in perle color ambra. Viene usata, oltre naturalmente come colla per legno, anche per la preparazione degli stucchi a base di terre colorate e in genere nel restauro di opere d'antiquariato.
Per la preparazione della colla d'ossa a caldo occorre munirsi di un pentolino da bagnomaria o comunque di due recipienti utili allo scopo (esistono in commercio anche degli appositi pentolini in ghisa). Si versa nel pentolino la quantità di colla d'ossa in perle necessaria e la si ricopre di acqua fredda o tiepida lasciandola riposare per un paio di ore. Al termine le perle avranno assorbito tutta l'acqua, le vedremo pertanto rigonfie e ammorbidite. A questo punto si passa alla fase di cottura o riscaldamento mettendo il pentolino del bagnomaria sul fuoco avendo molta cura di non portare ad ebollizione la colla che altrimenti perderebbe gran parte del suo potere coesivo.
La temperatura ideale sarebbe di 50-55 °C. Ci si accorge se la colla inizia a bollire perchè in superficie si forma una sorta di schiuma biancastra. La fase di cottura dura circa 20-30 minuti durante i quali è bene mescolare il prodotto con un bastoncino. Con il calore la colla si scioglie completamente diventando della densità del miele. La densità della colla è molto importante: non deve essere né troppo liquida (sgocciolante dal pennello) né troppo densa (cadente a grumi dal pennello). Deve scorrere dal pennello in modo uniforme. Come si è detto il riscaldamento della colla va fatto con un recipiente a bagnomaria, e per evitare un eccessivo riscaldamento, è meglio interporre tra il recipiente interno e il fondo di quello esterno un pezzetto di legno, e mantenere il livello della colla sempre superiore a quello dell'acqua.
Confezione da 100 g.
9.00 €
Aggiungi
Colle e Resine
Colla di pesce (ittiocolla)
È un collante di origine animale che si ricava dalle vescica natatoria di alcune specie di pesci, quali storioni ed affini, che viene fatta essiccare al sole. Viene usata principalmente per far aderire la foglia d' oro al bolo. Conosciuta anche come ittiocolla.
Preparazione della colla di pesce:
le scaglie trasparenti vanno lasciate in acqua per circa 24 ore prima dell'uso. Dopo aver fatto decantare l'acqua in eccesso si scioglie bagnomaria. A differenza delle altre colle non aumenta di molto il suo volume. Viene usata principalmente per far aderire la foglia d' oro sul bolo, oltre che nella preparazione del levkàs.
Confezione da 100 g.
10.00 €
Aggiungi
Colle e Resine
Come per la gelatina in lastre
Confezione da 100 g.
9.00 €
Aggiungi
Colle e Resine
La gommalacca è una sostanza resinosa naturale prodotta da punture di insetto su alberi orientali quali Ficus Religiosa o Ficus Indica. La resina che da essi trasuda avvolge gli insetti appropriandosi del loro colore e di alcune loro sostanze. Attraverso un lungo processo di lavorazione e depurazione si ottengono queste scaglie di colore bruno dorato che vengono poi utilizzate per la finitura a tampone di mobili e superfici lignee in genere. Una buona qualità di gommalacca la si può riconoscere dalle scaglie grandi di colore chiaro e dalla scarsa quantità di residuo che lascia quando arriva alla completa soluzione. Si dissolve in alcool con gradazione maggiore di 94°. Essa dona alla superficie, un aspetto di particolare lucentezza che al tatto risulta asciutto e vellutato; inoltre, evidenzia le venature e le marezzature del legno dando un particolare effetto estetico.

Preparazione della gommalacca:
In un recipiente introdurre gr. 150-200 di gommalacca in scaglie, ricoprirla con un litro di alcool etilico con gradazione a 94° (meglio se con gradazione a 99,9°). Dopo aver ben chiuso il recipiente occorre attendere che la gommalacca si sciolga completamente. Per questo occorre lasciare riposare il recipiente per una giornata. Al termine delle 24 ore, occorre filtrare il contenuto travasandolo in una bottiglia di vetro per poterla conservare. Per filtrarlo si può usare una vecchia calza di nylon da donna messa sopra ad un imbuto. Quando si è riempita la bottiglia, la si chiude con un turacciolo di sughero. Riposta così in un luogo fresco e buio, può durare anche fino ad un anno. La si può usare anche subito. Quando la si va ad usare, conviene filtrarla nuovamente. Non esistono regole fisse per quello che riguarda la concentrazione della resina perché dipende dalla fase di procedimento in cui la vernice viene usata. In linea di massima per la verniciatura a tampone si sciolgono 100 gr. di gommalacca in 1 lit. di alcool. La vernice così preparata potrà essere colorata usando aneline all'alcool.
Concentrazione della gommalacca:
La quantità di gommalacca da far sciogliere in alcool dipende dal tipo di applicazione:
- Chiusura dei pori: 100 gr. in 2 litri di alcool
- Lucidatura: 100 gr. in 1 litro di alcool
- Brillantatura: 100 gr. in 2 litri di alcool
Preparazione del tampone:
il tampone è costituito da un cuscinetto, ottenuto con una pezzuola di lana non colorata che ne costituisce "l'anima", avvolta in una tela bianca di cotone e lino, il tessuto usato per fare le lenzuola ai tempi della nonna. La grandezza del tampone, dipende dalla superficie che si deve lucidare. Sarà più piccolo per superfici intagliate o piccole fasce e frontalini di cassetti, più grande per piani di tavolo o di comò. In fase di lucidatura la gommalacca la si versa in una ciotola larga in modo da poter immergervi completamente la pezzuola di lana. Una volta inzuppata bene, la si strizza con una mano, mentre nell'altra si tiene aperto il telo di lino. Quando la pezzuola di lana e ben strizzata la si mette al centro del telo di lino e si raccolgono i quattro lembi torcendoli ottenendo così il tampone pronto per l'uso.
Confezione da 100 g.
10.00 €
Aggiungi
Colle e Resine
Gommalacca decerata purissima in scaglie, sbiancata e depurata dalle sostanze coloranti, per soddisfare particolari esigenze di restauro o impieghi su legni chiari. Impiegata sopratutto per la finitura del legno e come vernice finale per fissare la foglia d'oro. Rispetto alla gommalacca comune (di colore ambrato), la gommalacca decerata risulta, una volta applicata, completamente trasparente.
Preparazione della gommalacca decerata:
per ottenere migliori risultati di trasparenza sarebbe consigliabile sciogliere le scaglie di gommalacca decerata in alcool puro non denaturato (white spirit).

Concentrazione della gommalacca decerata:
La quantità di gommalacca decerata da far sciogliere in alcool dipende dal tipo di applicazione:
- Chiusura dei pori: 100 gr. in 2 litri di alcool
- Lucidatura: 100 gr. in 1 litro di alcool
- Brillantatura: 100 gr. in 2 litri di alcool

Preparazione del tampone:
il tampone è costituito da un cuscinetto, ottenuto con una pezzuola di lana non colorata che ne costituisce "l'anima", avvolta in una tela bianca di cotone e lino, il tessuto usato per fare le lenzuola ai tempi della nonna. La grandezza del tampone, dipende dalla superficie che si deve lucidare. Sarà più piccolo per superfici intagliate o piccole fasce e frontalini di cassetti, più grande per piani di tavolo o di comò.
In fase di lucidatura la gommalacca la si versa in una ciotola larga in modo da poter immergervi completamente la pezzuola di lana. Una volta inzuppata bene, la si strizza con una mano, mentre nell'altra si tiene aperto il telo di lino. Quando la pezzuola di lana e ben strizzata la si mette al centro del telo di lino e si raccolgono i quattro lembi torcendoli ottenendo così il tampone pronto per l'uso.Confezione da 100 g.
12.00 €
Aggiungi
Colle e Resine
Alcool denaturato con denaturante generale di stato. Prodotto che si usa nel campo della lucidatura del legno, in particolare, nel restauro dei mobili antichi, è un solvente specifico per la diluizione della gommalacca.
Confezione da 1 litro
10.00 €
Aggiungi
Colle e Resine
Conosciuto anche come Etanolo, è un alcool alifatico primario puro tassato UTIF. A temperatura ambiente si presenta come un liquido incolore dall'odore caratteristico. È tendenzialmente volatile ed estremamente infiammabile. La fiamma che produce durante la combustione si presenta di colore blu tenue, ed è molto difficile da vedere in presenza di luce. L'alcool etilico puro è un solvente molto utilizzato nel restauro quando è importante ottenere un prodotto molto trasparente e chiaro di colore. Ottimo per la diluizione della gommalacca decerata.
Confezione da 1 litro
18.00 €
Aggiungi
Torna ai contenuti